Prestiti cattivi pagatori: marketplace

Senza categoria

Considerando le varie offerte di prestito tra privati che si possono trovare se si è cattivi pagatori, di sicuro non si può non parlare di sociale leading e dei principali marketplace che si trovano ora sul mercato finanziario odierno. Il social leading è una formula che può risolvere il problema di prestiti tra privati se non ci si fida a prestare i propri soldi a qualcuno. Ciò ci consente perciò un prestito tra privati ma senza l’intermediazione di un istituto di credito. In poche parole il social lending è quindi un sistema di prestiti peer to peer che va a gestire i prestiti tra privati tramite una piattaforme online ma senza intermediazioni bancarie. Proprio questa assenza di intermediazione ci consente di ottenere dei tassi di interesse più contenuti, e allo stesso tempo questo incontro tra sconosciuti viene mediato attraverso una piattaforma online e quindi altamente agevolato. Tramite la stessa piattaforma il denaro viene anche erogato e rimborsato con il tasso stabilito.

La garanzia di una maggiore sicurezza a maggior ragione per il prestatore, è data dall’obbligo di iscrizione alla piattaforma, che assegnerà ad ogni iscritto un feedback e uno storico che vanno a chiarire il livello di affidabilità del richiedente, livello che influirà anche sulla percentuale di interesse applicata al prestito.

Tramite il social lending si possono inoltre richiedere e ottenere anche dei prestiti tra privati che sono garantiti da cambiali. Quindi in questo caso i due attori dell’operazione entrano in contatto sempre tramite la piattaforma, ma una volta che viene stabilita l’entità del prestito e il tasso di interesse, il debitore deve compilare un certo numero di cambiali per restituirlo.

Un funzionamento simile lo troviamo nei marketplace dei prestiti tra privati. Sono piattaforme di cui possono usufruire anche i cattivi pagatori, ed è una formula di prestito innovativa che negli ultimi tempi sta prendendo sempre più piede anche nel nostro paese. In questo caso a fare da intermediario tra prestatore e richiedente non c’è quindi una banca o un istituto di credito ma una piattaforma online, che ripartisce i prestiti tra i diversi creditori e limita i rischi. Per conoscere a fondo queste piattaforme e informasi su vantaggi e svantaggi vi consiglio di visitare il sito Guidaprestiticattivipagatori.it.